horizontal rule

Menu:

bulletBenvenuti
bulletIniziative
bulletIniziative in corso
bulletGalleria fotografica
bulletChi siamo
bullet

Ultima news:

Benvenuti

Chi siamo

 

Premio di poesia

"S. Maria delle Grazie"

edizione 2012

"Il Tuo cuore è la mia casa"

 

BANDO 2012 - ALLEGATO N1 - ALLEGATO N2

Verbale ammessi al Premio

Graduatoria di merito

 

 

 

horizontal rule

Testimoni digitali, inizia il countdown...

...noi di Comunic@re ci saremo  

La rete sta cambiando non soltanto il nostro modo di informarci e di comunicare ma anche le nostre relazioni affettive. Questa consapevolezza porta la Chiesa ad interrogarsi sulla potenzialità che il "continente digitale" offre anche all'annuncio del Vangelo. E' questa la frontiera sulla quale si muoveranno oltre 1200 persone provenienti dalle 227 diocesi italiane per prendere parte al Convegno nazionale "Testimoni Digitali: volti e linguaggi nell'era crossmediale" che si terrà all'Hotel Summit di Roma dal 22 al 24 aprile 2010. Il Convegno si concluderà nell'Aula Paolo VI in Vaticano con l'udienza di Benedetto XVI ai partecipanti. All'incontro con il Papa sono attesi circa 8mila operatori della comunicazione e della cultura delle 36mila parrocchie presenti sul territorio italiano. Il convegno è promosso dalla Commissione episcopale per la cultura e le comunicazioni sociali ed è organizzato dall'Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e dal Servizio nazionale per il progetto culturale della Cei.

 

 

Si è tenuto lo scorso 24 aprile a Roma la giornata conclusiva di un importantissimo congresso nazionale sui nuovi media ed operatori cattolici, che ha visto anche il saluto del Santo Padre alle delegazioni giunte dalle 36.mila parrocchie sparse per tutta l’Italia. Tra gli oltre 8.mila Testimoni Digitali chiamati a raduno, c’eravamo anche noi dell’Associazione Comunic@re, in rappresentanza della nostra parrocchia. Prima di tutto, desideriamo ringraziare per questa opportunità il nostro parroco don Lucangelo e don Graziano, che hanno pregato con noi ed hanno benedetto il nostro gruppo partito per Roma, infondendoci il giusto spirito di partecipazione.

Antonio Scarciglia  - Floriano Cartanì  - Alessandro LaiQuella vissuta in Vaticano è stata infatti una giornata molto intensa, sia nei valori emotivi e culturali che soprattutto della fede, ed ha certamente contribuito ad una maggiore e migliore formazione del nostro gruppo di Comunic@re, che non mancherà di mettere a frutto all’interno delle attività della nostra parrocchia. Nell’aula Paolo VI a Roma, è stato messo a fuoco un argomento molto importante non solo per i giovani ma per l’intera società odierna, che basa sempre più la propria connotazione nell’immagine della comunicazione digitale e sociale.   A questo mutevole, recente scenario che la sta sempre più interpellando, la Chiesa intende dare non solo una risposta immediata ma, interpretando le esigenze presenti, vuole guardare al futuro di questo “ambiente” nel quale essa stessa rischia di arretrare. Tutti gli interventi succedutisi nel corso della giornata, hanno parlato di rete ed internet come un vero e proprio “ambiente” (seppur digitale) in cui si discute, si scambiano opinioni, ci si incontra. E la Chiesa, da sempre vicino all’ambiente dell’uomo, non può e non deve certamente sottrarsi a questa incipiente domanda di presenza. Al termine della giornata abbiamo vissuto un momento di grande commozione che non scorderemo mai, nel vedere ed ascoltare dal vivo Papa Benedetto XVI. L’emotività è stata duplice quando il Santo Padre si è poi soffermato con le sue parole ad invitarci a riconoscere i volti e, quindi il Volto: ci siamo subito ricordati di quanto continua a dirci don Lucangelo, sin dal suo arrivo a Carosino. Scendendo nei dettagli della comunicazione digitale, ha Papa Ratzinger avvertito che possono celarsi alcune insidie: Il tempo che viviamo – ha detto testualmente il Papa – conosce e realizza un’inedita convergenza tra i diversi media, ma nel contempo segna un nuovo fossato. Si parla, infatti, di digital divide, che separa gli inclusi dagli esclusi e va ad aggiungersi agli altri divari, che già allontanano le nazioni tra loro e anche al loro interno. (…) Si assiste allora ad un inquinamento dello spirito, quello che rende i nostri volti meno sorridenti, più cupi (…). Questo Convegno, invece, punta proprio a riconoscere i volti, quindi a superare quelle dinamiche collettive che possono farci smarrire la percezione della profondità delle persone (..).” Il Papa ha concluso il suo messaggio con un annuncio di speranza, invitando i sacerdoti ad intraprendere questo nuovo cammino, con coraggio e fiducia, rinnovando l'invito a cogliere con saggezza le singolari opportunità offerte dalla moderna comunicazione. Ringraziamo ancora una volta don Lucangelo e don Graziano per l’aiuto alla nostra crescita spirituale e vi invitiamo a continuare a seguirci attraverso il nostro periodico Comunic@re (che trovate mensilmente gratuitamente qui in chiesa). Vi ricordiamo inoltre che è a vostra completa disposizione il sito www.parrocchiacarosino.it all’interno del quale troverete facilmente non solo tutte le notizie inerenti l’attività della nostra parrocchia, ma anche gli arretrati del giornale, foto dei principali avvenimenti tenuti e delle nostre chiese, unitamente a tanti links con i quali potrete arricchire la vostra navigazione nel web. 

 

 

horizontal rule